"Grasse" Provenza - Costa Azzurra

Grasse è un comune della Provenza Costa Azzurra non lontano dalla più conosciuta città di Nizza. Questa località di circa 50.000 abitanti è situata nel dipartimento delle Alpi Marittime ed è considerata la capitale del profumo. La città medievale è il fulcro di tanti paesini molto belli, tutti in stile medievale e dove si può respirare l’aria della Francia di una volta.

 

Grasse è famosa per essere la città delle profumerie. Anche se nel Medioevo la sua principale fonte economica era il commercio del bestiame, delle pelli e del cuoio ricavato da essi. Successivamente, grazie all’intervento di Caterina de Medici, a Grasse si iniziarono a produrre profumi per aromatizzare i guanti delle nobildonne.

 

 

Questo fu l’inizio di una grande coltivazione che conseguentemente favorì la presenza di tantissime varietà di fiori (violette, gelsomini, rose, lavanda e tantissimi altri) che popolano e colorano le colline circostanti. Le profumerie, circa quaranta, ancora oggi sono il vero volano dell’economia di Grasse dove si producono alcuni dei profumi più rinomati.

 

Questa città è facilmente raggiungibile da Cannes e dista pochi chilometri da Antibes e Nizza. Oltre alle fabbriche-museo dedicate alle profumerie, a Grasse si possono visitare altri luoghi interessanti e monumenti come  la cattedrale intitolata a Notre Dame du Puy, fondata nell’XI secolo. All’interno di essa si possono ammirare le opere di Rubens e di Jean-Honore Fragonard, famoso cittadino di Grasse che ha dato il nome alla più rinomata profumeria; tra le personalità più conosciute in Europa e nel mondo legate a Grasse è da ricordare Edith Piaf, indimenticata cantante francese che morì in questa località nel 1963.

 

Tra le tante notizie circa la città di Grasse, ricordiamo che sono passati circa novant’anni da quando la celeberrima Coco Chanel ideò qui il profumo, forse, più famoso del mondo, ovvero Chanel N 5. Marilyn Monroe contribuì a renderlo ancora più famoso grazie alla sua notorietà.

 

Oltre a visitare la città, i turisti beneficiano di una posizione veramente strategica per potersi spostare e scoprire tutta la Provenza e la Costa Azzurra, nelle quali oltre ai profumi si produce un ottimo vino.


Benvenuti nel mondo del profumo ...

Creato nel 1989, questo Museo unico al mondo sorge nel territorio emblematico della città di Grasse, culla della profumeria di lusso di cui la Francia è stata iniziatrice. Dedicato a una delle più prestigiose attività tradizionali francesi, il Museo Internazionale della Profumeria, ente pubblico a cui è stato attribuito il marchio “Musée de France”, invita i visitatori a scoprire la storia e l’originalità del mestiere degli industriali e delle grandi Maison produttrici di profumi.

 

Autentica testimonianza della storia internazionale tecnica, estetica, sociale e culturale della tradizione dell’uso dei profumi, il Museo affronta con approccio antropologico tutti gli aspetti della storia delle fragranze, dalle materie prime alla fabbricazione, dall’industria all’innovazione, dal commercio al design e agli usi attraverso le forme più diverse: oggetti d’arte, arti decorative, tessuti, reperti archeologici, pezzi unici e forme industriali.

 

 Collezioni eccezionali   

Il Museo è suddiviso, secondo la cronologia storica occidentale - antichità, Medio Evo, epoca moderna e contemporanea - in cinque parti che rappresentano, ciascuna, un periodo storico e tematiche contemporanee: l’eleganza e il classicismo, la magia e il dinamismo, la frivolezza e l’igiene.

 

In tutte le civiltà, i profumi hanno dato vita a una straordinaria produzione di oggetti preziosi e raffinati, realizzati con materiali rari: alabastro, maiolica smaltata, ceramica, vetro, metalli lavorati. Attraverso collezioni di oggetti eccezionali e presentazioni delle diverse tecniche industriali, il Museo ripercorre 4000 anni di storia dei profumi, dei saponi, dei fard e dei cosmetici.

Questo Museo del XXI secolo getta uno sguardo sul passato, ma anche sul presente e verso il futuro, se si pensa alla sezione dedicata all’epoca della globalizzazione, del marketing, della comunicazione e dei nuovi mercati.